homestrutturaattivitàprogettieventicontattiamministrazione trasparentelavora con noi
Sei in: home Sostenibilità
Stampa

MAMAS I Materiali Avanzati Multiprestazionali per Applicazioni Strutturali in edilizia I 2007-2011 I

 

Il Progetto si pone come obiettivo lo sviluppo di materiali multiprestazionali per uso strutturale in edilizia che abbiano caratteristiche di resistenza, duttilità, capacità dissipativa, durabilità, resistenza alle alte temperature e integrità dopo l'impatto, e che siano al tempo stesso capaci di rispondere a sollecitazioni generate da azioni estreme di diversa natura (terremoti, incidenti, atti terroristici, ecc.) al fine di incrementare il livello di sicurezza e la durabilità di strutture e infrastrutture esistenti.

I materiali sviluppati dovranno soddisfare anche requisiti prestazionali legati alla cantierabilità, alla riciclabilità ed alla sostenibilità economica ed ambientale richiesti dagli standards di qualità del settore edilizio.

Il Progetto prevede lo sviluppo e l'implementazione dei seguenti materiali innovativi:  

Basalt Reinforced Mortar (BRM): materiali compositi con fibre di basalto inglobate in matrice a base di cemento, al fine di migliorare la resistenza di elementi strutturali ad azioni dinamiche veloci ed incrementarne la durabilità; 
Shape Memory Alloys (SMA): materiali basati sull'utilizzo di leghe a memoria di forma, in veste di tessuto e di composito, per le stesse finalità dei BRM;
Geopolimeri: materiali di tipo ceramico-monolitico con ossidi e silice, dotati di bassa conducibilità ed alta resistenza anche a temperature estreme;
Schiume strutturali: materiali espansi multicomponenti, capaci di assorbire energia durante gli impatti, di possedere efficienza in termini  di leggerezza e rigidezza, oltre ad essere isolanti termici e acustici;
Sensori in fibra ottica (FOS): integrati in sistemi di monitoraggio, immuni alle interferenze elettromagnetiche e dotati di stabilità, affidabilità e resistenza agli ambienti aggressivi, nelle forme di placchette, barre o cassaforme in FRP, tessuti sensorizzati e MEMS.

A partire dalle conoscenze acquisite con le prove sperimentali e le modellazioni numeriche, si prevede lo sviluppo di soluzioni multistrato su singoli elementi e su strutture in scala, basate sull’integrazione dei materiali precedenti che forniscano le elevate prestazioni richieste e che consentano di aumentare il livello di sicurezza e la durabilità di strutture esistenti potenzialmente soggette a carichi estremi. Inoltre, saranno esaminate alcune specifiche problematiche (applicazione cantieristica, reversibilità, riciclabilità) che potrebbero richiedere delle modifiche o ottimizzazioni dei sistemi messi a punto.

A valle del Progetto sono previste attività dimostrative per la verifica e la valorizzazione dei risultati con la stesura di protocolli per la caratterizzazione, la definizione di specifiche tecniche per l'installazione di rinforzi/rivestimenti, lo sviluppo di procedure software finalizzate all'analisi tecnico-economica degli interventi, la redazione di protocolli di manutenzione e gestione dell'intero ciclo di vita.

 

Soggetti attuatori: Consorzio TRE e CETMA