homestrutturaattivitàprogettieventicontattiamministrazione trasparentelavora con noi
Stampa

SIT_MEW Sistema Integrato di Telecomunicazioni a larga banda per la gestione del territorio e delle emergenze in caso di calamità naturali comprensivo di Metodologie di Early Warning I 2007-2011 I

 

Il Progetto di Ricerca, approfondisce le tematiche connesse alla riduzione e gestione dei rischi proponendo lo sviluppo di un sistema integrato di telecomunicazioni a larga banda per la gestione del territorio e delle emergenze in caso di calamità naturali. 

Le strategie per la gestione del rischio possono prevedere: la mitigazione del rischio attraverso il monitoraggio continuo e il controllo degli elementi vulnerabili e/o la riduzione del valore esposto; la risposta rapida per la gestione dell'emergenza nel post-evento.

L'obiettivo del Progetto è lo sviluppo di un sistema di early warning e di un sistema di supporto al post-evento nella Regione Campania, fondato sulle reti di monitoraggio sismico e vulcanico esistenti nel territorio e su di una piattaforma integrata di telecomunicazioni a larga banda al fine di attuare entrambe le strategie per la gestione del rischio: la minimizzazione delle perdite a seguito di un evento catastrofico e il supporto alle operazioni di soccorso nella fase post-sisma.
Nello specifico, la finalità delle attività di ricerca è la realizzazione di un up-grade delle reti di comunicazione esistenti verso un sistema di comunicazione a larga banda wireless e lo studio di sensoristica innovativa per possibili integrazioni della rete di monitoraggio in territori non facilmente raggiungibili (p. es. l'area del Vesuvio o dell' Alta Irpinia in Campania).
I sistemi di Early Warning (EW) sono costituiti solitamente da stazioni di sensori fisici distribuiti nella zona di possibile origine di eventi calamitosi (area sismogenetica) che trasmettono informazioni ad una centrale di elaborazione. La centrale, in base a modelli calibrati sull'area in esame, registra e interpreta le informazioni provenienti dal sistema di monitoraggio e consente di attivare una serie di azioni automatiche di messa in  sicurezza di elementi strutturali e infrastrutturali considerati strategici (p. es. l'arresto dei treni ad alta velocità, lo spegnimento di sistemi critici - gas e impianti pericolosi -, l' attivazione di segnali di allarme nelle sale operatorie e l'attivazione di sistemi di protezione strutturale degli edifici).

Il sistema proposto nel Progetto, all'avanguardia rispetto ai sistemi di EW esistenti a livello internazionale, permetterà, mediante tecnologia a larga banda wireless di avere: aree di copertura delle reti di trasmissione dei sensori maggiori rispetto a quelle attuali; possibilità di ripristinare rapidamente le connessioni nel post evento; servizi innovativi per gli operatori di soccorso.

Il centro di elaborazione avrà anche il compito di indirizzare  e supportare le operazioni di soccorso nell'immediato post-evento.

Il sistema proposto è quindi mirato non solo a gestire l'emergenza ma anche al monitoraggio in tempo reale della vulnerabilità delle strutture a rischio; si propone quindi come valido strumento per la Protezione Civile, le industrie e gli enti gestori di life-lines e servizi che possono essere compromessi dall'evento e che potrebbero divenire sorgenti indotte di rischio.


Soggetti attuatori: Selex Communications, Alcatel, CIRA, ConsorzioTRE, I.T.S., Telecom Italia e Telespazio